L’Invenzione del Premio Nobel

Era il 1888. Circa 13 anni dopo sarebbe stato assegnato per la prima volta a Stoccolma il premio Nobel.

Cosa facciamo allora nel 1888? Ebbene, nel 1888 muore in Francia Ludvig Nobel. L’evento avrebbe cambiato per sempre il mondo.

Foto-ritratto di Alfred Nobel

Suo fratello infatti non era un uomo qualunque, bensì era Alfred Nobel. E nel 1867 Alfred Nobel inventò la dinamite (assieme ad un italiano, Ascanio Sobrero).

Ora, la dinamite è molto simile alla nitroglicerina, un potente esplosivo molto diffuso all’epoca, ma molto più stabile. La nitroglicerina può in effetti esplodere per sbaglio molto facilmente, per esempio sbattendo contro una cassa o a causa di un cambio di temperatura. La dinamite è quindi un esplosivo stabile, che ovviamente iniziò ad essere venduto in grandi quantità.

Nobel iniziò a diventare un imprenditore e, continuando gli studi e aprendo numerosi laboratori, iniziò anche a diventare ricco.

Ora, torniamo nel 1888. Erano passati 21 anni da quando Alfred inventò la dinamite. A quel punto suo fratello Ludvig morì. In quel momento Alfred ebbe un’occasione assai rara: quella di poter leggere il proprio necrologio.

Quello che successe in effetti fu che un giornale francese confuse il necrologio di Ludvig Nobel con quello del famoso Alfred Nobel, titolando:

In quel momento Alfred inizia seriamente a riflettere su quella che sarebbe stata la sua eredità e a come sarebbe stato ricordato. Lui avrebbe voluto essere ricordato come un importante filantropo, non come uno spietato industriale.

Per cui nel suo testamento decise di lasciare buona parte del suo patrimonio a chiunque avrebbe reso i migliori servizi all’umanità nei campi della medicina, letteratura, fisica, chimica e della pace nel mondo.

Il Premio

Nasceva allora il premio Nobel, la cui prima edizione sarebbe stata nel 1901, 5 anni dopo la morte di Alfred. Il premio, ancora oggi basato sulla sua eredità, si aggira intorno al milione di euro, una cifra certo non da poco per un ricercatore. La cerimonia di consegna dei premi si svolge il 10 ottobre di ogni anno a Stoccolma, nell’anniversario della morte del benefattore.

In effetti Alfred riuscì nel suo intento. Quando oggi si sente il nome “Nobel” non si hanno orrende visioni di morte e distruzione, bensì si pensa alla famosa onorificenza che premia l’eccellenza scientifica.

E paradossalmente da una delle più letali invenzioni della storia dell’umanità ne sarebbe nato un premio che ha saputo non solo muovere l’opinione pubblica verso le scoperte della scienza, ma anche finanziare quelle scoperte.

-Davide Leone

La Storia a portata di Chat

Precedente La Battaglia di Nikolajewka Successivo Le macchine di Leonardo: la Guerra